Che cosa è la memoria ROM



Che cosa è la memoria ROM

scritto da IlMagoDelComputer

Inq gusto articolo ti parlerò della memoria ROM, ossia di una memoria a sola lettura usata nei computer e vedremo le differenze con la memoria RAM, che è una memoria ad accesso randomico.

In elettronica ed informatica, la Read Only Memory, ossia memoria a sola lettura, termine spesso con l’acronimo ROM, è una tipologia di memoria informatica non volatile in cui i dati sono memorizzati tramite collegamenti elettronici fisici e stabili. 

Il suo contenuto non è modificabile durante il normale funzionamento, ma può esserlo, con diverse tecniche, in fase di costruzione, di progettazione o di prototipazione.

L’acronimo ROM identifica in senso stretto le ROM a maschera, il cui nome deriva dal processo di litografia utilizzato nei circuiti integrati, in cui una fotomaschera permette la creazione del chip. Il termine è tuttavia utilizzato anche per identificare memorie che possono essere cancellate e riprogrammate tramite processi particolari, che avvengono più raramente dei normali processi di lettura e scrittura che caratterizzano le restanti classi di memorie informatiche.



Di queste vi sono le memorie scrivibili una sola volta, come le PROM, e riscrivibili più volte, come le EPROM, EEPROM, EAROM e flash ROM.

 

Caratteristiche della memoria ROM

A differenza degli altri elementi di memoria, le memorie a sola lettura non programmabili appartengono alla categoria dei circuiti combinatori, dal momento che in funzione degli ingressi forniscono diverse relazioni combinatorie. Si tratta comunque di circuiti di memoria, dal momento che memorizzano una specifica relazione tra gli ingressi e le uscite: per n bit in ingresso una ROM restituisce 2n combinazioni di m bit in uscita.

Gli elementi fisici di memoria utilizzati dalle ROM sono diodi o transistor, e la loro scelta dipende dalle caratteristiche di utilizzo del dispositivo: per applicazioni che richiedono bassi tempi di lettura si usano transistor a giunzione bipolare, mentre per memorie ad alta capacità si sfrutta la tecnologia a transistor ad effetto di campo.

 



Architettura della memoria ROM

L’architettura delle memorie ROM è una matrice in cui ad ogni intersezione di riga e colonna vi è una cella di memoria, e può essere schematizzata come un decodificatore di indirizzo e un codificatore, realizzato a matrice di diodi o transistor, che possono essere sia a giunzione bipolare che ad effetto di campo. 

Ad ogni cella della matrice corrisponde una locazione di memoria in cui viene scritto il bit in fase di costruzione.

La lettura avviene tramite l’invio delle linee di indirizzo al decodificatore: esso ha il ruolo di attivare una riga della matrice del codificatore, la quale restituisce l’informazione contenuta nelle memorie allocate nelle intersezioni della riga selezionata e le colonne.

Di seguito si illustrano le tipologie di ROM più comuni e la loro architettura in una schematizzazione semplificata rispetto alle ROM in commercio.

VEDI TUTORIAL CORRELATI:
– CHE COSA E’ LA MEMORIA RAM
– CHE COSA E’ LA MEMORIA EPROM
– CHE COSA E’ LA MEMORIA EEPROM
– CHE COSA E’ LA MEMORIA EAROM
– CHE COSA E’ LA MEMORIA FLASH ROMA
– CHE COSA E’ UN TRANSISTOR
– CHE COSA E’ UN BIT



TUTORIALS SU memoria RAM
Che cosa è memoria RAM e come funziona memoria RAM
Come usare memoria RAM
Che cosa è la memoria ROM
Che cosa è la memoria RAM
Quali sono le unità informatiche
TUTORIALS SU processori
Che cosa è processori e come funziona processori
Come usare processori
Che cosa è un dual in-line package in elettronica
Che cosa è il sistema numerico decimale
Che cosa è la memoria ROM
TUTORIALS SU scheda madre
Che cosa è scheda madre e come funziona scheda madre
Come usare scheda madre
Che cosa è un dual in-line package in elettronica
che cosa sono le memorie di massa
Che cosa è il processore