come fare gli hashtag su instagram



come fare gli hashtag su instagram

Come fare gli hashtag su Instagram

Se hai parlato di Instagram con i tuoi amici, avrai sicuramente discusso sulla parola hashtag.
Questa parola speciale può far ottenere migliaia di like ad una foto, ovviamente se viene scelta con criterio.
Ma di preciso, che cos’è un hashtag?
Cosa significa questa parola e che effetto ha questo elemento sul social network fotografico?
Se quello che cerchi è una guida completa per capire come fare gli hashtag su Instagram, come si inseriscono e come funzionano, questo è il tutorial che fa per te.

Nei paragrafi che seguono, ti spiegherò infatti cosa sono, come funzionano, come si scelgono e come si usano queste parole magiche che rendono Instagram decisamente più interessante di molti altri social network.
Sei pronto per cominciare?
Bene, allora non perdiamo altro tempo.

Come fare gli hashtag su Instagram

Prima di cominciare con la guida vera e propria, lascia che ti spieghi cosa sono esattamente gli hashtag.
La parola hashtag significa letteralmente tag con un cancelletto.
I tag sono delle etichette digitali che permettono di legare insieme contenuti simili tra loro.



Gli hashtag sono stati introdotti sul Web nel 2007 da Twitter che, sul proprio social network, permetteva e permette tutt’ora di mettere insieme i tweet di diversi utenti riguardanti un tema comune, proprio con l’utilizzo degli hashtag, ovvero dei tag (delle etichette), rappresentati da parole chiave precedute dal simbolo cancelletto.

Gli hashtag hanno fatto per molto tempo la fortuna di piattaforme come Twitter e, sulla scia dell’uccellino azzurro, molte altre applicazioni e web app hanno iniziato ad utilizzarle.
Tra le tante che hanno scelto di utilizzare questo strumento, Instagram è stata decisamente l’app più fortunata.
Tant’è che oggi, sebbene siano presenti in moltissime piattaforme social, gli hashtag sono diventati un elemento caratteristico proprio di Instagram.



Diversamente da Twitter, su Instagram i contenuti non sono testuali, ma sono delle immagini o dei video.
Tuttavia, sul social network fotografico, gli hashtag mantengono la loro funzione originale e permettono di associare foto e video pubblicati da diversi utenti, con una tematica comune.

Per farti un esempio pratico, se vai su Instagram e cerchi #sunset, troverai milioni di immagini e filmati di altrettanti utenti.
I contenuti multimediali saranno tutti diversi tra loro, ma avranno tutti qualcosa in comune:
un bellissimo tramonto dai colori fantastici.
Potrebbe anche darsi che le foto non siano proprio identiche.
Di sicuro, però, quelle persone o Pagine avranno usato lo stesso hashtag.

Ora che sai cosa sono, è il momento di capire come fare gli hashtag su Instagram e come usarli al meglio.



Indice

  • Come funzionano gli hashtag Instagram
  • Come trovare hashtag Instagram popolari
    • App per hashtag di tendenza
  • Come lanciare un hashtag su Instagram
    • Andare a capo con gli hashtag Instagram
  • Come fare gli hashtag colorati su Instagram
Come funzionano gli hashtag Instagram

Come ti anticipavo nell’introduzione, gli hashtag sono delle etichette testuali che permettono di legare insieme contenuti simili tra loro.
Nel caso specifico di Instagram, si tratta di immagini con un soggetto simile o scattate in uno stesso luogo, o ancora, rappresentative di una stessa emozione.

Per esempio, l’hashtag #christmas raccoglierà foto natalizie, l’hashtag #sunset raccoglierà foto di tramonti e l’hashtag #cats raccoglierà foto di gatti.
Questo, almeno nella stragrande maggioranza delle situazioni.



Attento però a non abusare degli hashtag, perché agli utenti non piace trovarsi davanti a delle foto che non c’entrano nulla con ciò che stanno cercando.
Ti sconsiglio quindi di utilizzare l’hashtag #cats per la foto del tuo cucciolo di pastore scozzese.

Gli hashtag sono gli unici elementi testuali, all’interno dei post di Instagram, con cui è possibile interagire.
Questo significa che se un utente vedrà una tua foto, o se tu vedrai la foto di un utente Instagram che segui, e sotto l’immagine troverai una descrizione e degli hashtag, potrai leggere la descrizione e fare un tap sugli hashtag per vedere altre foto simili a quella.

Una curiosità interessante a proposito degli hashtag è che, da quando Instagram ha introdotto la funzione di traduzione automatica, che permette agli utenti di tradurre automaticamente il testo dei post, gli hashtag non vengono comunque tradotti.



Ma questa non è la cosa più interessante di questo strumento potentissimo.
La particolarità più interessante degli hashtag sta nella possibilità di essere seguiti, come se fossero degli utenti.
Te l’ho raccontato in dettaglio nel tutorial dedicato.

Giusto per farti un esempio, posso dirti che se sei appassionato di gattini, cliccando sull’hashtag #cats, potrai scegliere di seguirlo.
Così facendo, ogni volta (o quasi) che un utente pubblicherà una foto utilizzando l’hashtag #cats, questa foto apparirà nel tuo stream, quindi nel feed del tuo profilo.



In realtà, non è proprio così, perché non tutte le foto contenenti l’hashtag seguito vengono mostrate nel feed degli utenti.
Instagram infatti è dotato di un’intelligenza artificiale che seleziona solo alcune delle fotografie dei profili seguiti, siano questi Pagine, Profili o Hashtag.
In base ad un algoritmo molto complesso, il social network sceglie le più simili a cui hai lasciato un like o un commento e te le mostra nel feed.

In questo modo, nel tuo stream principale appariranno solo le foto o i video che potrebbero piacerti, e non sarai sommerso da milioni di contenuti che non ti interessano.
È anche un modo per massimizzare l’interazione del social network.

Ora che sai cosa sono e come funzionano, sono sicuro che vorrai sapere anche come fare gli hashtag su Instagram.
Ebbene, per scoprirlo, non devi far altro che continuare a leggere gli approfondimenti successivi.
Ti spiegherò appunto come trovare l’hashtag giusto per le tue foto, come crearne uno e come inserirlo in un post o in una storia.



Come trovare hashtag Instagram popolari

Trovare il giusto hashtag non è facile, perché per ogni immagine ci sono migliaia di hashtag che potresti utilizzare, alcuni dei quali possono sembrare geniali, divertenti, unici o anche popolari.
Ed è proprio su quest’ultimi che ti consiglio di concentrarti.

Un hashtag molto popolare è un hashtag con il quale vengono pubblicate molte foto o molti video, ma soprattutto, è un hashtag seguito da molti utenti.
E che tu voglia seguire o essere seguito, è sicuramente meglio scegliere un hashtag trafficato che uno utilizzato soltanto da te o dal tuo migliore amico.

Fortunatamente per te, Instagram mette a disposizione degli utenti un potentissimo strumento di verifica degli hashtag.
Ed attraverso la funzione di ricerca dello stesso social, ti permette di sapere quanti post sono stati pubblicati dagli utenti con quell’hashtag e con che frequenza.



Per farti un esempio pratico, l’hashtag #christmas è un hashtag molto popolare.
Tuttavia, la sua popolarità è limitata al periodo natalizio e fuori dalle feste non ci sono molti utenti che utilizzano lo usano.

Se quindi vuoi pubblicare le foto delle tue vacanze ai tropici ad Agosto, forse l’hashtag #christmas non è quello più adatto.
Anche perché, esso sarebbe fuori tema e fuori contesto, mentre l’hashtag #summer o #tropical sarebbero sicuramente più adatti.
Quest’ultimi, avrebbero (nel periodo estivo) una frequenza di aggiornamento molto più elevata rispetto all’hashtag del Natale che, in quel periodo dell’anno, forse utilizzerà solo Babbo Natale per condividere un selfie alle Bahamas in compagnia delle sue renne.



Per ogni immagine, comunque, puoi utilizzare tutti gli hashtag che vuoi, ma cerca di non esagerare.
Usando troppi hashtag, infatti, Instagram non sarebbe in grado di capire in quali categorie vorresti inserire la tua immagine e rischieresti di avere un effetto opposto a quello desiderato.

Questo significa che dovrai concentrarti nel trovare gli hashtag più adatti, ma anche i più utilizzati.
E per tua fortuna, esistono molte app integrative di Instagram che ti aiutano in questa ardua missione (vedi di seguito quali sono).

App per hashtag di tendenza

Cercando con la parola chiave hashtag Instagram nel Play store o nell’App store, troverai sicuramente centinaia di app gratis che potranno aiutarti a trovare i tag interattivi più azzeccati per le tue foto.
Usarle è fondamentale per fare gli hashtag su Instagram al fine di aumentare i follower.



La maggior parte di queste app funziona allo stesso modo.
Pertanto, in questo paragrafo ti spiegherò solo il loro funzionamento generale, senza entrare troppo nel merito dell’una o dell’altra app, perché è indifferente quale sceglierai (a patto che si tratti sempre di un’app protetta e verificata).

Ci sono due tipi di app per trovare gli hashtag migliori:
alcune ti permettono di effettuare un login direttamente con Instagram e di caricare la foto che vuoi pubblicare su Instagram direttamente nel loro form di upload.
Così facendo, grazie ad un programma di comparazione, troveranno immagini simili alla tua e ti suggeriranno gli hashtag utilizzati da altri utenti pubblici.
In questo modo, sarai sicuro che gli hashtag che ti verranno suggeriti saranno attinenti all’immagine, oltre che popolari e di tendenza.



Altre app invece non richiedono alcun login, e genereranno una serie di hashtag in base alla categoria selezionata (es.
viaggi, mare, tecnologia, gatti, natura e così via) o in base ad un hashtag da te preselezionato.
Insomma, ti chiederanno di inserire un hashtag e, automaticamente, ti forniranno di 10 o massimo 15 hashtag correlati, che potrai utilizzare per la tua immagine.
Un esempio correlato, lo trovi nella guida per farsi seguire su Instagram, in cui ti ho mostrato come funziona l’app gratuita denominata HashTags.

Queste due tipologie di applicazioni presentano ognuna i rispettivi pro e contro.
Le prime, effettuando il login con Instagram e selezionando gli hashtag sulla base di immagini simili alla tua, ti procureranno una lista di hashtag sicuramente più attinente all’immagine da te selezionata.
Inoltre, ti daranno la possibilità di programmare la pubblicazione del tuo post, così da poter scegliere l’orario più adatto.

Di contro, però, dovrai effettuare l’accesso sull’app con i tuoi dati di Instagram, e quindi fornire i tuoi dati d’accesso e l’autorizzazione ad utilizzare il tuo account Instagram ad un app di terze parti, con un discreto margine di rischio per la tua sicurezza e privacy.
Molte di queste app non hanno un sofisticato sistema di protezione dei dati e fornire loro i tuoi dati d’accesso ad Instagram potrebbe essere molto pericoloso.



Le altre, invece, generando gli hashtag sulla base di un hashtag o una parola e non dell’immagine, daranno una lista di chiavi interattive meno accurata.
Tuttavia, non mineranno in alcun modo la tua sicurezza.

Non sta a me dirti quali app utilizzare e quali no, ma voglio comunque metterti in guardia da quelle applicazioni di cui non conosci gli sviluppatori e che, chiedendoti di effettuare un login attraverso uno dei tuoi account social, potrebbero nascondere una pericolosa trappola per trapelare i tuoi dati personali (ad esempio con virus o malware di vario genere).

Come lanciare un hashtag su Instagram

Ora che sai cosa sono, come funzionano e come fare per trovare gli hashtag migliori, credo sia il momento di utilizzare questa funzione per ampliare la visibilità dei tuoi post.
Vediamo quindi come fare gli hashtag su Instagram e dove inserirli.



Come ti anticipavo nei paragrafi precedenti, gli hashtag sono elementi testuali, ovvero delle parole.
Ciò significa che puoi inserirli ovunque sia possibile inserire del testo, ovvero nelle Instagram Stories o nella descrizione dei tuoi post.

Per utilizzare un hashtag, non dovrai fare altro che scrivere la parola chiave che vuoi utilizzare come etichetta preceduta (senza spazi) dal simbolo cancelletto #.
In questo modo, Instagram riconoscerà come hashtag ogni singolo carattere compreso tra il singolo cancelletto e lo spazio bianco.



Per inserire più hashtag su Instagram, ti basterà utilizzare più parole scritte in questo modo.
Basta aggiungere uno spazio e/o un segno di punteggiatura (punto, virgola e simili) tra gli hashtag inseriti.
Nulla di più semplice.

Puoi utilizzare gli hashtag all’interno del testo della descrizione oppure raggrupparli tutti alla fine o all’inizio del post.
La loro posizione e il loro ordine sono indifferenti.
Tuttavia, se per qualche motivo desideri mettere un po’ d’ordine nel tuo post ed allineare gli hashtag uno sotto l’altro, nel prossimo paragrafo ti spiegherò come andare a capo.

Se invece vuoi proprio lanciare un hashtag, magari con il nome del tuo brand, Instagram ti permette di crearlo.
Ti basterà precedere la parola che vuoi usare come hashtag con il carattere cancelletto #.
Così facendo, dopo la pubblicazione del post, Instagram la renderà una parola interattiva, che potrà essere usata anche da altri utenti.



Andare a capo con gli hashtag Instagram

Per andare a capo con gli hashtag Instagram, non devi fare altro che premere il tasto Return o Invio sulla tastiera del tuo iPhone, iPad, smartphone o tablet Android.
Si tratta del carattere contrassegnato da una freccia curva a forma di L capovolta.

Su iPhone, può capitare che, durante la digitazione del tasto per andare a capo, non succeda nulla.
In questo caso, quello che puoi fare è aprire le Note, scrivere lì il tuo testo, comprensivo di tutti gli hashtag, andando a capo dove desideri, e poi selezionare l’intero testo, copiarlo, ed incollarlo nel box descrizione di Instagram.



Lo so, non è particolarmente comodo, ma purtroppo questo sarebbe l’unico modo per aggiungere le righe con gli hashtag.
Questo, poiché su Instagram, il testo è un parametro secondario ed il suo editor testuale non è dei più avanzati.
Ulteriori informazioni in merito, le trovi nella guida per andare a capo nella Bio di Instagram, che ho già pubblicato.

Come fare gli hashtag colorati su Instagram

In occasione del mese del Pride, Instagram ha introdotto una funzione temporanea che permette di attivare un cerchio illuminato con i colori dell’arcobaleno attorno alla propria immagine del profilo e di dipingere con lo stesso colore i propri hashtag.

Questa funzione, a scanso di equivoci, non è definitiva, e terminato il mese del Pride, verrà rimossa.
Visto il grande successo e significato, però, è probabile che in futuro il testo colorato di arcobaleno venga introdotto in modo definitivo per alcuni hashtag specifici.



Per attivare gli hashtag colorati nei tuoi post Instagram, puoi utilizzare i tag #pride e #rainbow.
Così facendo, il testo di descrizione del post rimarrà di colore nero, invece l’hashtag verrà colorato arcobaleno (vedi l’immagine di esempio).

Ti ricordo, in ogni caso, che nelle Storie è sempre possibile fare il testo arcobaleno.
Basta usare la tavolozza dei colori nel modo giusto.
Segui quest’altro tutorial per maggiori informazioni.

TUTORIALS SU hashtag
Che cosa è hashtag e come funziona hashtag
Come usare hashtag
app per hashtag instagram
come fare gli hashtag su instagram
come mettere gli hashtag su instagram
TUTORIALS SU postare
Che cosa è postare e come funziona postare
Come usare postare
app per hashtag instagram
come mettere swipe up storie instagram
come programmare post instagram