Come modificare lo User-Agent su Safari

Come modificare lo User-Agent su Safari

In questo tutorial ti spiegherò come modificare lo User-Agent su Safari.

 

Modificare lo User-Agent su Safari sul Mac

  • vai nel menu Safari
  • clicca sulla voce Preferenze
  • si aprirà una nuova finestra
  • seleziona la scheda Avanzate
  • apponi il segno di spunta accanto alla voce Mostra menu Sviluppo nella barra dei menu
  • per attivare il menu con gli strumenti di Sviluppo di Safari

 

TUTORIALS E GUIDE SU USER-AGENT

Che cosa è lo User-Agent
Che cosa è lo User-Agent del browser
Come modificare lo User-Agent sui browser

Come modificare lo User-Agent sui principali browser

Come modificare lo User-Agent sui principali browser

In questo tutorial ti spiegherò come modificare lo User-Agent sui principali browser in modo da far credere ai siti web che visiti, che tu stia usando un browser differente.

Come modificare lo User-Agent su Chrome

Chrome – installa l’estensione gratuita User-Agent Switcher

  • e collegati a instagram.com aprendo una nuova scheda del browser.
  • Una volta visualizzato il sito di Instagram
  • fai clic sull’icona di User-Agent Switcher che si trova in alto a destra
  • (il foglio con la maschera nera)
  •  e seleziona l’user agent di un dispositivo portatile
  • (es. iOS > iPad) dal menu che si apre.
  • Dopo aver usato Instagram
  • ricordati di ripristinare l’user agent predefinito di Chrome selezionando la voce Chrome
  • > Default dal menu di User-Agent Switcher

Come modificare lo User-Agent su Firefox

  • installa l’estensione gratuita User-Agent Switcher
  • e collegati a instagram.com aprendo una nuova scheda del browser.
  • A sito caricato
  • clicca sull’icona di User-Agent Switcher che si trova in alto a destra (il mappamondo)
  • seleziona l’icona di Android
  • o di Apple dalla sezione Select a mobile device del riquadro che si apre
  • e ricarica la pagina.

Dopo aver usato Instagram da PC

 

Come ripristinare lo User-Agent ufficiale di Firefox 

ripristina l’user agent predefinito di Firefox

  • cliccando sull’icona di User-Agent Switcher
  • e selezionando il segno di spunta dal menu che si apre.

 

 

Come modificare lo User-Agent su Microsoft Edge

collegati a instagram.com

  • clicca sul pulsante (…) che si trova in alto a destra
  • seleziona la voce Strumenti di sviluppo dal menu che si apre
  • vai nella scheda Emulazione del riquadro che compare in basso
  • Seleziona dunque il nome di un dispositivo portatile
  • (es. Nokia Lumia 650) dal menu a tendina Dispositivo

 

Come modificare lo User-Agent su Safari

  • Safari
  • vai nel menu Safari
  • > Preferenze
  • Nella finestra che si apre
  • seleziona la scheda Avanzate
  • apponi il segno di spunta accanto alla voce Mostra menu Sviluppo nella barra dei menu
  • per attivare il menu con gli strumenti di Sviluppo di Safari

 

  • Collegati dunque a instagram.com
  • vai nel menu Sviluppo
  • > User agent
  • e seleziona uno degli user agent relativi a Safari – iOS.

TUTORIALS E GUIDE SU USER-AGENT 

Che cosa è lo User-Agent del browser

Che cosa è lo user agent del browser

Che cosa è lo USER AGENT del browser

scritto da IlMagoDelComputer

In questo tutorial ti spiegherò cosa è lo user agent del browser, ossia una stringa di testo che il browser invia ai siti che visita, per fornire informazioni sul browser che si sta utilizzando per visitare il sito.

Lo user-agent è una sorta di messaggio di presentazione che il browser invia al sito web che sta visitando e il sito web visitato acquisisce e solitamente salva in un database di statistiche dei visitatori.

Queste statistiche dei visitatori e delle visite di un sito web vengono utilizzate dai webmaster dei siti web per ottimizzare al meglio il sito per le varie piattaforme.

Ad esempio se un webmaster scopre che la gran parte dei visitatori del suo sito visitano il sito utilizzando il browser Google Chrome, sarà sua premura ottimizzare il design del sito in modo che si visualizzi perfettamente sul browser Chrome.

Se invece un sito come ad esempio www.MelaTutorials.it contiene TUTORIALS E GUIDE SU IPHONE E MAC si presume che la gran parte dei suoi visitatori visualizzino il sito tramite iPhone, iPad e Mac.
Sarà premura del webmaster ottimizzare la grafica del sito affinché si veda bene su iPhone, iPad e Mac.

 

Tecnicamente cosa è lo user-agent ?

Il browser è un programma che comunica con gli altri siti web tramite delle RICHIESTE HTTP, che sono dei messaggi inviati dal tuo programma browser al  server del sito visitato.

All’interno dei campi della RICHIESTA HTTP, precisamente in una sezione chiamata HEADER HTTP, c’è anche un campo testuale chiamato appunto User-Agent.

Ogni browser ha una sua stringa di testo per identificarsi verso i siti web visitati.

Questa stringa di testo nel caso del browser Firefox ad esempio sarà la seguente:

Mozilla/5.0 (Windows NT 6.1; WOW64; rv:12.0) Gecko/20100101 Firefox/12.0

che, semplificando, equivale al messaggio di testo seguente:

Sono Mozilla Firefox versione 12.0 su un computer con sistema operativo  Windows 

Il web server che ospita il sito web, raccoglierà questa informazione e la inserirà nel database delle statistiche dei visitatori.

 

 

 

User-agent sui vari browser, evoluzione dello User-Agent

User-agent sul browser Mosaic

Uno dei primi browser ad essere apparso fu il browser Mosaic.
La stringa User-Agent per il browser Mosaic era:

NCSA_Mosaic/2.0

 

User-agent sul browser Mozilla / Netscape Navigator

Mozilla arrivò poco più tardi, e fu poi rinominato Netscape Navigator

Netscape Navigator riusciva a supportare correttamente i frame nelle pagine html, quindi era possibile vedere siti web costruiti con un sistema di navigazione migliore rispetto ai precedenti.
Il suo User-Agent era:

Mozilla/1.0. Mozilla

 

 

User-agent sul browser Internet Explorer

Più tardi arrivò anche il browser di Microsoft chiamato Internet Explorer che supportava anch’esso la visualizzazione dei frames HTML.

I siti web di allora però filtravano i visitatori in base al campo User-Agent e mostravano i frames solo ai visitatori con User-AgentMozilla“.

Quindi i visitatori che utilizzavano Microsoft Internet Explorer venivano tagliati fuori da questo filtro, anche se Internet Explorer era in grado di supportare la visualizzazione dei frames HTML.

Microsoft aggiunse quindi la parola Mozilla alla propria stringa User-Agent inviata dal browser Internet Explorer ai siti web visitati.

Come viene usato il campo User-Agent dai web servers

 

I siti web utilizzano le informazioni contenute nella stringa User-Agent per diversi scopi:

  • per servire pagine differenti a seconda del modello di browser dell’utente.
  • servire pagine web più corte o leggere sui dispositivi mobili (come smartphone e tablet)
  • raccogliere dati statistici per mostrare al webmaster quali browser e piattaforme sono usate dai visitatori del sito web

 

User-agent dei motori di ricerca (crawlers)

I motori di ricerca sono composti da migliaia di servers che quotidianamente scansionano i siti web e li memorizzano, per poi indicizzarli.

Quando l’utente cerca una PAROLA CHIAVE o FRASE CHIAVE nella barra di ricerca di un motore di ricerca, il motore di ricerca ricerca nel suo archivio le pagine che ritiene più pertinenti e complete per quella CHIAVE DI RICERCA.

Anche i server di Google (bots) mentre eseguono la scansione dei siti web, si presentano ai siti visitati nel seguente modo, con la seguente stringa User-Agent

Googlebot/2.1 (+http://www.google.com/bot.html)

 

 

Personalizzare la stringa User-Agent sui principali browsers

Tutti i principali browser permettono di impostare User-Agent personalizzate.

 

Cosa sono i browser e quali sono i browser più buoni

Cosa sono i browser e quali sono i browser più buoni

 

Con questo tutorial ti spiegherò che cos’è il browser, a cosa serve e ti indicherò i migliori per il tuo PC.

Il browser è un software come qualsiasi altro programma installato sul PC, pensato per il recupero dei testi, video, canzoni, immagini, presentazione di contenuti e navigazione su Internet, attraverso un apposito URL (es. www.nomedelsito.it).

In sostanza ti consente di consultare e interagire con le pagine dei siti Internet sul Web e Google per la ricerca di informazioni, di visualizzare i siti delle testate giornalistiche, dei blog, dei vari portali, accedere ai social network, di fare shopping online su e-commerce e tanto altro.

Il browser può essere utilizzato da PC ma anche da dispositivi mobili sotto forma di app. In entrambi i casi il funzionamento è lo stesso a prescindere dal dispositivo utilizzato.

Alcuni browser sono già disponibili “di default” su PC, smartphone e tablet, molti altri possono invece essere scaricati. Ad esempio, sui sistemi operativi Windows si trova Internet Explorer ed Edge (solo a partire da Windows 10), sui computer Mac troviamo Safari, su Linux Firefox, sui Android spesso troviamo Chrome, mentre su iOS c’è Safari mobile.

Ricorda che per utilizzare il browser è necessario essere collegati alla connessione dati del cellulare, se si utilizza quest’ultimo per la navigazione sul Web, altrimenti una connessione Wi-Fi per la linea fissa.

 

 

Cosa sono i browser e come usare i browser

Ora che ti ho spiegato che cos’è il browserpassiamo al suo utilizzo. Che tu stia utilizzando Chrome, Firefox o altro, il funzionamento del browser è sempre identico e si può gestire direttamente dalla finestra del programma. Vediamo com’è strutturata quest’ultima insieme alle sezioni e come si utilizzano i comandi e funzioni:

  • Barra dei menù:
  • collocata nella parte più in alto della finestra del browser, permette di accedere alle impostazioni, alle funzioni ed alle opzioni del navigatore Web oltre che hai comandi principali.

 

  • Barra degli strumenti:
  • si trova sotto la barra dei menù e permette di accedere ai principali pulsanti e comandi per gestire la navigazione online.

 

  • Barra degli indirizzi:
  • posta all’interno della barra degli strumenti, è quella sezione in cui viene visualizzato l’URL della pagina visitata e dove è possibile digitare nuovi indirizzi Web per poterli visitare.

 

  • Casella di ricerca:
  • se presente, si trova accanto alla barra degli indirizzi e permette di effettuare ricerche online senza l’ausilio del motore di ricerca.

 

  • Sezione dedicata alle schede aperte:
  • si trova sotto la barra degli indirizzi o appena sopra e permette di aprire nuove schede previo clic sull’apposito pulsante.

 

  • Menù contestuale:
  • si apre tramite clic destro in un punto vuoto di una qualsiasi pagina Internet, su di un link o, selezionando un dato elemento. Permette di usufruire delle funzioni aggiuntive.

 

Quali sono i browser più diffusi e buoni

BROWSER Google Chrome

Google Chrome è il browser Web più utilizzato e completo al mondo. Disponibile oltre che per Windows, Mac e Linux anche in versione per Android e per iOS. È gratis, veloce all’avvio, carica le pagine Internet in un lampo e può essere personalizzato grazie alle estensioni disponibili. Si aggiorna in maniera automatica e si interfaccia tranquillamente con tutti i prodotti della Google.

 

BROWSER Apple Safari

Safari, il browser Web predefinito della Apple, fruibile anche su iOS, iPhone, Pad. È molto veloce, con consumi energetici ridotti, include varie funzioni.

 

BROWSER Microsoft Edge

Microsoft Edge è il browser preinstallato su Windows 10.
È molto leggero, rapido, assicura un consumo energetico ridotto, supporta le estensioni ma non è ancora disponibile per i dispositivi mobili.

BROWSER Mozilla Firefox

Mozilla Firefox è gratuito, open source, compatibile su Windows, Mac e Linux e con la variante per dispositivi Android e iOS. Possiede un sistema di sincronizzazione dei dati online ed uno di aggiornamento automatico della versione più recente del programma da installare sul proprio PC.Veloce in fase di avvio e nel caricamento delle pagine, personalizzabile grazie all’installazione di appositi add-on.

 

 

Che cos’è il browser

>>> Chi è IlMagoDelComputer

Ciao!!! Sono IlMagoDelComputer ed in questo tutorial ti spiegherò che cosa è il browser, sia sul computer che su smartphone e tablet.

Che cosa è il browser

In questo articolo ti illustrerò che cosa è il browser e ti spiegherò tutte le principali funzioni di un browser.

Il browser è un programma per computer oppure una app per smartphone e tablet.
Il browser serve per visitare e visualizzare i siti Internet.
Quando è nata la rete Internet si poteva navigare su Internet soltanto con il computer, quindi solitamente il browser era un programa per computer installato insieme al sistema operativo, oppure da installare separatamente.
Alcuni programmi browser molto diffusi sono Netscape Navigator, Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome, Safari di Apple, Microsoft Edge.
Ci sono anche dei programmi browser specializzati come il browser Puffin, creato per visualizzare correttamente siti web realizzati con plugin Flash.

Con l’avvento degli smartphone capaci di navigare su Internet, il browser, sotto forma di app per dispositivi mobili, è sbarcato sui nostri cellulari.
Il browser sui dispositivi mobili funziona allo stesso modo che sul computer.
L’app browser che trovi sul tuo smartphone ti permette di visualizzare i siti Internet e visualizzarne correttamente i contenuti, sui piccoli schermi degli smartphone.

Come fa il browser a mostrare un sito web ?

Ogni sito internet è identificato da un nome.
Questo nome si chiama nome dominio, oppure più semplicemente dominio.
(In inglese domain name, o semplicemente domain)

Il dominio di un sito solitamente ha il formato seguente: http :// www . nomedominio . estensione
ad esempio il nome dominio di questo sito è winfacile con estensione .it
http o https serve per identificare il protocollo di comunicazione tra programma browser e server web che ospita il sito.
L’argomento è molto più ampio ed esistono diversi protocolli di comunicazione.

Come visitare un sito dal browser

Per poter visitare un sito web dal browser, basta inserire il suo nome dominio nella barra degli indirizzi del browser.
In questo modo indichiamo al browser con quale sito mettersi in contatto.

Che cosa è la barra degli indirizzi del browser

Ad esempio, nella figura seguente, puoi vedere una schermata del browser Safari, il browser ufficiale che trovi su tutti i Mac.
La freccia rossa ti indica qual’è la barra degli indirizzi.
La barra degli indirizzi è una barra bianca orizzontale, nella quale devi scrivere il nome del dominio del sito che vuoi visitare.

Nell’immagine qui sopra, nella barra degli indirizzi è stato inserito il nome del sito
https://www.ilmagodellamail.it, un sito specializzato in tutorials e guide sulla posta elettronica.

Per visitare il sito devi:

  • inserire il suo nome dominio nella barra degli indirizzi
  • poi premere il tasto Invio/enter dalla tastiera del tuo computer

Il tuo browser a questo punto visiterà il sito.

Come fa il browser a visitare il sito ?

Che cosa significa visitare il sito ?
Il browser è un programma che esegue una richiesta al sito web che hai inserito nella barra degli indirizzi.
Il sito web che hai inserito nella barra degli indirizzi del browser è ospitato da un computer chiamato server, che è acceso 24 ore su 24 e serve le pagine web del sito agli utenti che vogliono visitarlo.

Nell’immagine seguente puoi vedere centinaia di server, organizzati in un datacenter, che ospita tantissimi siti web.
Le aziende che offrono questo servizio si chiamano società di hosting (hosting providers)

Nella rete ogni computer è identificato con un indirizzo di rete, chiamato indirizzo IP.
Per comunicare tra di loro, tutti i computer connessi ad Internet, si identificano tra di loro identificandosi con questi indirizzi IP.
Esiste un database centrale dove ad ogni nome dominio (www.ilmagodellamail.it) viene associato il reale indirizzo IP di quel server dove è ospitato il sito.

Il tuo computer, tramite il programma browser, effettuerà una richiesta al server identificato con il dominio richiesto e con l’indirizzo IP associato.

Il server risponderà a questa richiesta con una risposta.
In questa risposta (chiamata in gergo tecnico response) sarà presente il codice HTML della pagina web che abbiamo richiesto.
In pratica in questa risposta c’è un testo, scritto con un linguaggio di programmazione, chiamato HTML.

Questo linguaggio HTML è uno standard di comunicazione che viene adottato dai server, che servono le pagine web, e dai browser, che leggono le pagine web.
E’ necessario che da entrambe i lati, si parli lo stesso linguaggio.

Il server ha la responsabilità di produrre un codice HTML corretto, senza errori.
Il browser ha la responsabilità di leggere correttamente ed interpretare correttamente il codice HTML letto, e poi di tradurlo visivamente con elementi grafici sullo schermo dell’utente.

Differenze tra browser

Hai mai notato grosse differenze nel navigare con il browser Internet Explorer per Windows ed il browser Safari per Mac, oppure un altro browser come Google Chrome o Mozilla Firefox ?
Durante i primi anni di Internet non tutti i browser visualizzavano lo stesso sito in modo uguale, e questo causava tantissimi grattacapi ai programmatori di siti web, che dovevano testare il sito web realizzato su tutti i browser più usati.

Che cos’è il browser

Con questo tutorial ti spiegherò che cos’è il browser, a cosa serve e ti indicherò i migliori per il tuo PC.

Il browser è un software come qualsiasi altro programma installato sul PC, pensato per il recupero dei testi, video, canzoni, immagini, presentazione di contenuti e navigazione su Internet, attraverso un apposito URL (es. www.nomedelsito.it).

In sostanza ti consente di consultare e interagire con le pagine dei siti Internet sul Web e Google per la ricerca di informazioni, di visualizzare i siti delle testate giornalistiche, dei blog, dei vari portali, accedere ai social network, di fare shopping online su e-commerce e tanto altro.

Il browser può essere utilizzato da PC ma anche da dispositivi mobili sotto forma di app. In entrambi i casi il funzionamento è lo stesso a prescindere dal dispositivo utilizzato.

Alcuni browser sono già disponibili “di default” su PC, smartphone e tablet, molti altri possono invece essere scaricati. Ad esempio, sui sistemi operativi Windows si trova Internet Explorer ed Edge (solo a partire da Windows 10), sui computer Mac troviamo Safari, su Linux Firefox, sui Android spesso troviamo Chrome, mentre su iOS c’è Safari mobile.

Ricorda che per utilizzare il browser è necessario essere collegati alla connessione dati del cellulare, se si utilizza quest’ultimo per la navigazione sul Web, altrimenti una connessione Wi-Fi per la linea fissa.

Come usare il browser

Ora che ti ho spiegato che cos’è il browser passiamo al suo utilizzo.
Che tu stia utilizzando Chrome, Firefox o altro, il funzionamento del browser è sempre identico e si può gestire direttamente dalla finestra del programma.

Vediamo com’è strutturata quest’ultima insieme alle sezioni e come si utilizzano i comandi e funzioni:

  • Barra dei menù:
  • collocata nella parte più in alto della finestra del browser, permette di accedere alle impostazioni, alle funzioni ed alle opzioni del navigatore Web oltre che hai comandi principali.
  • Barra degli strumenti:
  • si trova sotto la barra dei menù e permette di accedere ai principali pulsanti e comandi per gestire la navigazione online.
  • Barra degli indirizzi:
  • posta all’interno della barra degli strumenti, è quella sezione in cui viene visualizzato l’URL della pagina visitata e dove è possibile digitare nuovi indirizzi Web per poterli visitare.
  • Casella di ricerca:
  • se presente, si trova accanto alla barra degli indirizzi e permette di effettuare ricerche online senza l’ausilio del motore di ricerca.
  • Sezione dedicata alle schede aperte:
  • si trova sotto la barra degli indirizzi o appena sopra e permette di aprire nuove schede previo clic sull’apposito pulsante.
  • Menù contestuale:
  • si apre tramite clic destro in un punto vuoto di una qualsiasi pagina Internet, su di un link o, selezionando un dato elemento. Permette di usufruire delle funzioni aggiuntive.

Quanti browser esistono ?

Negli anni, le varie aziende di software hanno creato diversi browser.

Internet Explorer e Netscape Navigator sono i browser più storici, il primo è stato prodotto da Microsoft.

La Apple ha creato per il Mac un suo browser chiamato Safari.
Safari è disponibile anche su iPhone e iPad, i dispositivi mobili Apple.
Il linguaggio di programmazione per creare applicazioni per Mac e per iPhone/iPad è lo stesso, quindi non è stato complicatissimo creare due versioni dello stesso browser, per computer e per mobile.

Google, diversi anni fa si era contraddistinta per la creazione di un browser molto performante, chiamato Chrome, che i primi tempi offriva performance migliori rispetto a tutti gli altri browser:
Chrome ad oggi rimane un ottimo browser, ed ha la possibilità di aggiungere nuove funzionalità aggiuntive tramite le Extensions, ossia piccoli programmi aggiuntivi inseribili come plug-in.
In seguito Google ha creato anche Android, il sistema operativo per dispositivi mobili, e ha integrato il browser Chrome all’interno di Android.

Un altro browser sviluppato dall’azienda Mozilla si chiama Firefox, e nei primi anni di Internet si distingueva anch’esso da Internet Explorer per avere funzionalità più ricercate e curate.

C’è stato un periodo di Internet in cui era in atto una vera e propria guerra tra browsers.

BROWSER Google Chrome

Google Chrome è il browser Web più utilizzato e completo al mondo. Disponibile oltre che per Windows, Mac e Linux anche in versione per Android e per iOS. È gratis, veloce all’avvio, carica le pagine Internet in un lampo e può essere personalizzato grazie alle estensioni disponibili. Si aggiorna in maniera automatica e si interfaccia tranquillamente con tutti i prodotti della Google.

BROWSER Mozilla Firefox

Mozilla Firefox è gratuito, open source, compatibile su Windows, Mac e Linux e con la variante per dispositivi Android e iOS. Possiede un sistema di sincronizzazione dei dati online ed uno di aggiornamento automatico della versione più recente del programma da installare sul proprio PC.Veloce in fase di avvio e nel caricamento delle pagine, personalizzabile grazie all’installazione di appositi add-on.

BROWSER Apple Safari

Safari, il browser Web predefinito della Apple, fruibile anche su iOS, iPhone, Pad. È molto veloce, con consumi energetici ridotti, include varie funzioni.

BROWSER Microsoft Edge

Microsoft Edge è il browser preinstallato su Windows 10. È molto leggero, rapido, assicura un consumo energetico ridotto, supporta le estensioni ma non è ancora disponibile per i dispositivi mobili.

BROWSER Netscape Navigator

Uno dei primi browser apparsi sulla scena si chiamava Netscape Navigator ed era un browser progettato molto bene.
In particolare era ricco di funzioni intelligenti, e la progettazione era stata attenta anche ad alcuni dettagli riguardanti la privacy degli utenti.
Ricordo che ad esempio era molto semplice cancellare la Cronologia dei siti visitati, ed era possibile cancellare questa cronologia dei siti visitati anche in maniera selettiva.

Cancellazione della cronologia del browser su Windows

Cancellazione della cronologia del browser su Windows

In questo tutorial ti spiegherò come cancellare la cronologia del browser su Windows, in pratica ti illustrerò tutte le procedure per poter rimuovere i siti visitati da tutti i browser più usati su Windows:
Microsoft Internet Explorer
Microsoft Edge
Google Chrome
Mozilla Firefox

La cronologia del browser sul posto del lavoro

In generale ti sconsiglio di visitare siti  estranei alla tua attività lavorativa sul posto di lavoro perchè esistono diversi strumenti utilizzati dai titolari di azienda per visualizzare tutti gli indirizzi visitati dai dipendenti, anche se i dipendenti hanno cancellato ingenuamente la cronologia.
I siti visitati vengono memorizzati dal router o da programmi specifici per tracciare tutte le visite all’interno di un’azienda.

La cronologia del browser sul tuo Internet Service Provider

Anche se ingenuamente cancelli la cronologia del tuo browser per nascondere i siti visitati, sappi che il tuo Internet Service Provider ha la lista di tutti i tuoi siti visitati, infatti ad esempio in caso di indagini nei tuoi confronti, le forze dell’ordine possono acquisire tutto il tuo traffico di ricerca effettuato con le tue utenze di rete fissa e mobile, e risalire a tutti i siti che hai visitato, anche se usi strumenti software che apparentemente ti nascondono dietro a proxy o stratagemmi simili.
Il tuo Internet Service Provider è sempre il nodo di rete dal quale passano le tue ricerche Internet.

Alla luce di queste informazioni, fai le tue considerazioni in merito alle tue ricerche su Internet, e sempre alla luce di queste informazioni sappi che cancellare la cronologia del browser non è un modo completo di cancellare le informazioni che hai lasciato su Internet.

In questa guida ti spiegherò tutti i metodi per poter cancellare la cronologia del browser su tutti i browser più usati come Internet Explorer, Edge, Safari, Google Chrome, Mozilla Firefox.

I passaggi da fare per completare il processo di cancellazione dei siti visitati cambiano in base al browser web che utilizziamo sul nostro computer. Se non abbiamo particolare dimestichezza con i dispositivi elettronici – computer, smartphone o tablet – non dobbiamo preoccuparci, la cancellazione della cronologia è un’azione semplice e davvero intuitiva: bastano meno di cinque minuti per farlo.

Vediamo la procedura come cancellare la cronologia da Google Chrome, Mozilla Firefox, Microsoft Edge, Internet Explorer e Safari.

Cancellare la cronologia di Internet Explorer 11

Vediamo ora la procedura per poter cancellare la cronologia del browser Internet Explorer, su computer Windows.
I passaggi per cancellare i siti visitati su Internet Explorer sono molto semplici.

Su Internet Explorer

per aprire la pagina della Cronologia dei siti visitati
premi simultaneamente la combinazione di tasti seguenti sulla tastiera:

CRTL + MAIUSC + CANC

 

in alternativa ecco una procedura più classica e lunga per poter cancellare la cronologia dei siti visitati allo stesso modo:

  • clicca sull’icona ingranaggio di Internet Explorer 11
  • clicca poi sulla voce Opzioni Internet

Si apre una finestra

  • scegli la voce Generale
  • clic sul tasto Elimina
  • seleziona i dati che vuoi cancellare
  • clicca sul tasto Elimina
  • conferma la scelta premendo il tasto Si

Cancellare la cronologia di Google Chrome

Sul browser Google Chrome è stato inserito un comando rapido perCronologia.

Per arrivare alla scheda dedicata basterà premere

CTRL + MAIUSC + CANC

 

oppure

  • cliccare sul menu (l’icona con i tre puntini verticali),
  • selezionare la voce Altri Strumenti e
  • fare clic su Cancella dati di navigazione.

Nella pagina dedicata alla cronologia dei siti visitati è possibile scegliere se eliminare tutto o solo quello registrato in un determinato lasso di tempo (ultima ora, ultimo giorno o ultima settimana).

Successivamente mettere il segno di spunta accanto alla voce Cronologia di navigazione

e a tutte le voci degli elementi si vuole eliminare.

Per concludere l’operazione,

  • cliccare sul pulsante Cancella dati di navigazione.
  • Se l’intento è cancellare soltanto dei dati che fanno riferimento a un determinato sito web, la procedura è leggermente diversa.
  • Cliccare di nuovo sull’icona del menu
  • e poi sulla voce Cronologia e poi di nuovo Cronologia.
  • A questo punto si aprirà una scheda in cui sarà possibile selezionare più pagine mettendo il segno di spunta.
  • Per procedere con la cancellazione contemporanea,
  • cliccare su Rimuovi gli elementi selezionati.

 

 

Cancellare la cronologia di Microsoft Edge

Se usi Windows 10 e hai l’abitudine di navigare con Microsoft Edge puoi usare la scorciatoia usata da molti i browser

CRTL + MAIUSC + CANC

oppure

  • aprire la barra laterale del menu pigiando sull’icona con i tre puntini orizzontali
  • selezionare la voce Impostazioni e poi Scegli gli elementi da cancellare
  • Apponi la spunta dove lo ritieni necessario
  • clicca su Cancella.

Vuoi cancellare un singolo sito dalla tua cronologia?

  • Clicca sempre sull’icona del menu,
  • seleziona l’icona dell’orologio
  • e individua l’indirizzo da eliminare.
  • Fai clic destro
  • seleziona la voce Elimina tutte le visite a [indirizzo]

 

Salvataggio ed esportazione dei segnalibri di Firefox

Salvataggio ed esportazione dei segnalibri di Firefox

scritto da IlMagoDelComputer

In questo tutorial ti illustrerò tutti i passaggi per poter salvare i segnalibri di firefox ed esportare il segnalibri del browser Mozilla Firefox da un computer all’altro.
Il segnalibri del browser è un file dove sono memorizzati tutti i siti che hai segnato come Preferiti, e i loro indirizzi web (URL).
Su browser Mozilla Firefox è possibile esportare il segnalibri e salvare tutti i siti salvati come preferiti in un file, in modo da poterlo poi importare in qualunque altro computer con Mozilla Firefox installato.

Ad esempio, se hai comprato un nuovo computer e vuoi impostare sul nuovo browser gli stessi siti Preferiti che c’erano sul computer precedente,  esportare i segnalibri di Firefox dal vecchio computer e importare i segnalibri di Firefox dal nuovo computer è la soluzione per non perdere i siti preferiti salvati.

In  questo articolo ti spiegherò in pochi semplici passaggi come poter salvare i segnalibri del browser Firefox su un file, che puoi salvare sul tuo hard disk, e poi puoi importare in un nuovo computer.
L’esportazione dei siti preferiti di Firefox è una funzione già presente sul browser Mozilla Firefox e non vi è bisogno di installare programmi aggiuntivi.

Per il formato del file dei segnalibri è stato scelto da Mozilla, l’azienda produttrice di Firefox un formato standard nell’informatica, ossia il file JSON.

Vediamo nei paragrafi successivi tutti i passaggi su come salvare i segnalibri di Mozilla Firefox.

 

 

 

Come esportare il segnalibri di Mozilla Firefox

Ecco la procedura per poter salvare i segnalibri di Mozilla Firefox su un file JSON, che poi potrà essere facilmente importato in un nuovo computer, nel browser Mozilla Firefox installato nuovamente su questo nuovo computer.

NOTA
Per poter salvare il file JSON dei segnalibri del browser devi aver almeno salvato un sito preferito nel browser.

  • apri il browser Mozilla Firefox (cliccando sulla sua icona, o cercando il programma nella barra di ricerca di Windows)

Si aprirà la finestra iniziale di Firefox

  • clicca sul tasto arancione Firefox (solitamente posizionato in alto sulla sinistra)
  • clicca poi sulla voce Segnalibri
  • clicca ora sull’opzione Visualizza tutti i segnalibri

Si vedrà una schermata che mostra tutti i siti preferiti salvati

  • clicca sul tasto Importa e salva

Apparirà un menu di scelta

  • scegli l’opzione Salva 

Si aprirà ora una cartella dove puoi scegliere l’hard disk e cartella dove vuoi salvare il file JSON dei segnalibri di Firefox.
Puoi scegliere una cartella del tuo hard disk oppure un drive esterno o una pennetta USB, come preferisci.

  • nella finestra appena aperta, scegli l’unità e la cartella dove salvare il file JSON dei segnalibri di Firefox
  • poi clicca sul tasto Salva per creare il file

Il file avrà il nome predefinito bookmarks-data.json

NOME DEL FILE
Puoi anche personalizzare il nome del file senza problemi, ma ATTENZIONE non cancellare l’estensione .JSON che identifica che il file è un file in formato JSON, ossia uno standard per il salvataggio di informazioni annidate in informatica.

E’ stato molto semplice come salvare i segnalibri di Mozilla Firefox mediante la funzione di esportazione dei segnalibri di Firefox.

 

 

 

Come importare il segnalibri di Mozilla Firefox

Ora vediamo invece la procedura per poter importare i segnalibri di Firefox su un nuovo browser Firefox, installato su un nuovo computer.

  • sul vecchio computer, copia il file JSON dei segnalibri di Firefox esportato dal vecchio browser sul vecchio computer su una chiavetta USB

 

  • sul nuovo computer, apri il browser Mozilla Firefox
  • clicca sul tasto arancione Firefox (posizionato in alto sulla sinistra)
  • selezionare l’opzione Segnalibri

Apparirà un menu di scelta

  • poi scegli la voce Visualizza tutti i segnalibri

Si aprirà una nuova finestra dive vedi i siti salvati

  • clicca sul tasto Importa e salva
  • scegli l’opzioneRipristina
  • poi scegli la voce Seleziona file

Apparirà la finestra per scegliere il file dei segnalibri salvato in precedenza sul vecchio computer.

ATTENZIONE
Importando un nuovo file di segnalibri sul nuovo computer, vai a sovrascrivere tutti i segnalibri che attualmente sono salvati sul nuovo computer.
L’importazione NON E’ INCREMENTALE, ossia i vecchi segnalibri NON si aggiungono a quelli esistenti.
Viene fatta una sostituzione dei segnalibri di Firefox presenti.

  • collega la chiavetta USB dove hai salvato il file dei segnalibri esportato dal vecchio computer al nuovo computer
  • scegli il file JSON dei segnalibri di Firefox salvato in precedenza.

Come salvare i segnalibri di Firefox

Come salvare i segnalibri di Firefox

scritto da IlMagoDelComputer

In questo tutorial ti illustrerò tutti i passaggi per poter esportare il segnalibri del browser Mozilla Firefox da un computer all’altro.
Il segnalibri del browser è un file dove sono memorizzati tutti i siti che hai segnato come Preferiti, e i loro indirizzi web (URL).
Su browser Mozilla Firefox è possibile esportare il segnalibri e salvare tutti i siti salvati come preferiti in un file, in modo da poterlo poi importare in qualunque altro computer con Mozilla Firefox installato.

Ad esempio, se hai comprato un nuovo computer e vuoi impostare sul nuovo browser gli stessi siti Preferiti che c’erano sul computer precedente,  esportare i segnalibri di Firefox dal vecchio computer e importare i segnalibri di Firefox dal nuovo computer è la soluzione per non perdere i siti preferiti salvati.

In  questo articolo ti spiegherò in pochi semplici passaggi come poter salvare i segnalibri del browser Firefox su un file, che puoi salvare sul tuo hard disk, e poi puoi importare in un nuovo computer.
L’esportazione dei siti preferiti di Firefox è una funzione già presente sul browser Mozilla Firefox e non vi è bisogno di installare programmi aggiuntivi.

Per il formato del file dei segnalibri è stato scelto da Mozilla, l’azienda produttrice di Firefox un formato standard nell’informatica, ossia il file JSON.

Vediamo nei paragrafi successivi tutti i passaggi su come salvare i segnalibri di Mozilla Firefox.

 

 

 

Come esportare il segnalibri di Mozilla Firefox

Ecco la procedura per poter salvare i segnalibri di Mozilla Firefox su un file JSON, che poi potrà essere facilmente importato in un nuovo computer, nel browser Mozilla Firefox installato nuovamente su questo nuovo computer.

NOTA
Per poter salvare il file JSON dei segnalibri del browser devi aver almeno salvato un sito preferito nel browser.

  • apri il browser Mozilla Firefox (cliccando sulla sua icona, o cercando il programma nella barra di ricerca di Windows)

Si aprirà la finestra iniziale di Firefox

  • clicca sul tasto arancione Firefox (solitamente posizionato in alto sulla sinistra)
  • clicca poi sulla voce Segnalibri
  • clicca ora sull’opzione Visualizza tutti i segnalibri

Si vedrà una schermata che mostra tutti i siti preferiti salvati

  • clicca sul tasto Importa e salva

Apparirà un menu di scelta

  • scegli l’opzione Salva 

Si aprirà ora una cartella dove puoi scegliere l’hard disk e cartella dove vuoi salvare il file JSON dei segnalibri di Firefox.
Puoi scegliere una cartella del tuo hard disk oppure un drive esterno o una pennetta USB, come preferisci.

  • nella finestra appena aperta, scegli l’unità e la cartella dove salvare il file JSON dei segnalibri di Firefox
  • poi clicca sul tasto Salva per creare il file

Il file avrà il nome predefinito bookmarks-data.json

NOME DEL FILE
Puoi anche personalizzare il nome del file senza problemi, ma ATTENZIONE non cancellare l’estensione .JSON che identifica che il file è un file in formato JSON, ossia uno standard per il salvataggio di informazioni annidate in informatica.

E’ stato molto semplice come salvare i segnalibri di Mozilla Firefox mediante la funzione di esportazione dei segnalibri di Firefox.

 

 

 

Come importare il segnalibri di Mozilla Firefox

Ora vediamo invece la procedura per poter importare i segnalibri di Firefox su un nuovo browser Firefox, installato su un nuovo computer.

  • sul vecchio computer, copia il file JSON dei segnalibri di Firefox esportato dal vecchio browser sul vecchio computer su una chiavetta USB

 

  • sul nuovo computer, apri il browser Mozilla Firefox
  • clicca sul tasto arancione Firefox (posizionato in alto sulla sinistra)
  • selezionare l’opzione Segnalibri

Apparirà un menu di scelta

  • poi scegli la voce Visualizza tutti i segnalibri

Si aprirà una nuova finestra dive vedi i siti salvati

  • clicca sul tasto Importa e salva
  • scegli l’opzioneRipristina
  • poi scegli la voce Seleziona file

Apparirà la finestra per scegliere il file dei segnalibri salvato in precedenza sul vecchio computer.

ATTENZIONE
Importando un nuovo file di segnalibri sul nuovo computer, vai a sovrascrivere tutti i segnalibri che attualmente sono salvati sul nuovo computer.
L’importazione NON E’ INCREMENTALE, ossia i vecchi segnalibri NON si aggiungono a quelli esistenti.
Viene fatta una sostituzione dei segnalibri di Firefox presenti.

  • collega la chiavetta USB dove hai salvato il file dei segnalibri esportato dal vecchio computer al nuovo computer
  • scegli il file JSON dei segnalibri di Firefox salvato in precedenza.

Come esportare il segnalibri di Mozilla Firefox

Come esportare il segnalibri di Mozilla Firefox

scritto da IlMagoDelComputer

In questo tutorial ti illustrerò tutti i passaggi per poter esportare il segnalibri del browser Mozilla Firefox da un computer all’altro.
Il segnalibri del browser è un file dove sono memorizzati tutti i siti che hai segnato come Preferiti, e i loro indirizzi web (URL).
Su browser Mozilla Firefox è possibile esportare il segnalibri e salvare tutti i siti salvati come preferiti in un file, in modo da poterlo poi importare in qualunque altro computer con Mozilla Firefox installato.

Ad esempio, se hai comprato un nuovo computer e vuoi impostare sul nuovo browser gli stessi siti Preferiti che c’erano sul computer precedente,  esportare i segnalibri di Firefox dal vecchio computer e importare i segnalibri di Firefox dal nuovo computer è la soluzione per non perdere i siti preferiti salvati.

In  questo articolo ti spiegherò in pochi semplici passaggi come poter salvare i segnalibri del browser Firefox su un file, che puoi salvare sul tuo hard disk, e poi puoi importare in un nuovo computer.
L’esportazione dei siti preferiti di Firefox è una funzione già presente sul browser Mozilla Firefox e non vi è bisogno di installare programmi aggiuntivi.

Per il formato del file dei segnalibri è stato scelto da Mozilla, l’azienda produttrice di Firefox un formato standard nell’informatica, ossia il file JSON.

Vediamo nei paragrafi successivi tutti i passaggi su come salvare i segnalibri di Mozilla Firefox.

 

 

 

Come esportare il segnalibri di Mozilla Firefox

Ecco la procedura per poter salvare i segnalibri di Mozilla Firefox su un file JSON, che poi potrà essere facilmente importato in un nuovo computer, nel browser Mozilla Firefox installato nuovamente su questo nuovo computer.

NOTA
Per poter salvare il file JSON dei segnalibri del browser devi aver almeno salvato un sito preferito nel browser.

  • apri il browser Mozilla Firefox (cliccando sulla sua icona, o cercando il programma nella barra di ricerca di Windows)

Si aprirà la finestra iniziale di Firefox

  • clicca sul tasto arancione Firefox (solitamente posizionato in alto sulla sinistra)
  • clicca poi sulla voce Segnalibri
  • clicca ora sull’opzione Visualizza tutti i segnalibri

Si vedrà una schermata che mostra tutti i siti preferiti salvati

  • clicca sul tasto Importa e salva

Apparirà un menu di scelta

  • scegli l’opzione Salva 

Si aprirà ora una cartella dove puoi scegliere l’hard disk e cartella dove vuoi salvare il file JSON dei segnalibri di Firefox.
Puoi scegliere una cartella del tuo hard disk oppure un drive esterno o una pennetta USB, come preferisci.

  • nella finestra appena aperta, scegli l’unità e la cartella dove salvare il file JSON dei segnalibri di Firefox
  • poi clicca sul tasto Salva per creare il file

Il file avrà il nome predefinito bookmarks-data.json

NOME DEL FILE
Puoi anche personalizzare il nome del file senza problemi, ma ATTENZIONE non cancellare l’estensione .JSON che identifica che il file è un file in formato JSON, ossia uno standard per il salvataggio di informazioni annidate in informatica.

E’ stato molto semplice come salvare i segnalibri di Mozilla Firefox mediante la funzione di esportazione dei segnalibri di Firefox.

 

 

 

Come importare il segnalibri di Mozilla Firefox

Ora vediamo invece la procedura per poter importare i segnalibri di Firefox su un nuovo browser Firefox, installato su un nuovo computer.

  • sul vecchio computer, copia il file JSON dei segnalibri di Firefox esportato dal vecchio browser sul vecchio computer su una chiavetta USB

 

  • sul nuovo computer, apri il browser Mozilla Firefox
  • clicca sul tasto arancione Firefox (posizionato in alto sulla sinistra)
  • selezionare l’opzione Segnalibri

Apparirà un menu di scelta

  • poi scegli la voce Visualizza tutti i segnalibri

Si aprirà una nuova finestra dive vedi i siti salvati

  • clicca sul tasto Importa e salva
  • scegli l’opzioneRipristina
  • poi scegli la voce Seleziona file

Apparirà la finestra per scegliere il file dei segnalibri salvato in precedenza sul vecchio computer.

ATTENZIONE
Importando un nuovo file di segnalibri sul nuovo computer, vai a sovrascrivere tutti i segnalibri che attualmente sono salvati sul nuovo computer.
L’importazione NON E’ INCREMENTALE, ossia i vecchi segnalibri NON si aggiungono a quelli esistenti.
Viene fatta una sostituzione dei segnalibri di Firefox presenti.

  • collega la chiavetta USB dove hai salvato il file dei segnalibri esportato dal vecchio computer al nuovo computer
  • scegli il file JSON dei segnalibri di Firefox salvato in precedenza.