Come rimuovere le estensioni di Avira per browser Google Chrome e Firefox

Come rimuovere le estensioni di Avira per browser Google Chrome e Firefox

In questo tutorial ti spiegherò come rimuovere le estensioni di Avira antivirus per il browser Chrome e per il browser Firefox.

Rimuovere le estensioni di Avira da Google Chrome

  • clicca sul pulsante ⋮
  • collocato in alto a destra
  • e seleziona le voci Altri strumenti > Estensioni dal menu che compare sullo schermo.
  • Nella scheda che si apre,
  • individua l’estensione di Avira che vuoi rimuovere,
  • clicca sul pulsante Rimuovi relativo a quest’ultima e dai conferma,
  • pigiando sul bottone Rimuovi che viene visualizzato in alto a destra.

 

 

Rimuovere le estensioni di Avira da Mozilla Firefox

  • clicca sul pulsante ☰ collocato in alto a destra
  • e seleziona la voce Componenti aggiuntivi dal menu che compare.
  • Nella scheda che si apre,
  • seleziona la voce Estensioni dalla barra laterale di sinistra,
  • individua l’add-on di Avira che intendi rimuovere
  • e pigia sul pulsante Rimuovi corrispondente a quest’ultimo.

 

Come rimuovere le estensioni di Avira per il browser Edge

Come cancellare le estensioni di Avira per il browser Edge

In questo tutorial ti mostrerò le procedure per cancellare le estensioni di Avira per il browser Edge della Microsoft, presente su Windows.

L’antivirus Avira fornisce delle estensioni che si installano sui vari browser, come Microsoft Edge, Google Chrome e Mozilla Firefox.

Una di queste estensioni ad esempio di chiama Avira SafeSearch e si installa sui browser più diffusi per navigare su Internet.

Nei paragrafi seguenti ti spiegherò le varie procedure per rimuovere le estensioni dell’antivirus Avira dal tuo browser.

 

Rimuovere le estensioni di Avira da Microsoft Edge

  • clicca sul pulsante collocato in alto a destra
  • e seleziona la voce Estensioni dal menu che compare.
  • Dopodiché porta il cursore del mouse sul nome dell’estensione che intendi rimuovere,
  • clicca sull’icona dell’ingranaggio che compare in alto a destra
  • e premi sul pulsante Disinstalla,
  • presente in fondo al menu che viene visualizzato sullo schermo.
  • Rispondi OK, per confermare l’operazione, e il gioco è fatto.

Come cancellare le estensioni di Avira

Come cancellare le estensioni di Avira per il browser

In questo tutorial ti mostrerò le procedure per cancellare le estensioni di Avira per il browser.
L’antivirus Avira fornisce delle estensioni che si installano sui vari browser, come Microsoft Edge, Google Chrome e Mozilla Firefox.

Una di queste estensioni ad esempio di chiama Avira SafeSearch e si installa sui browser più diffusi per navigare su Internet.

Nei paragrafi seguenti ti spiegherò le varie procedure per rimuovere le estensioni dell’antivirus Avira dal tuo browser.

 

Rimuovere le estensioni di Avira da Microsoft Edge

  • clicca sul pulsante collocato in alto a destra
  • e seleziona la voce Estensioni dal menu che compare.
  • Dopodiché porta il cursore del mouse sul nome dell’estensione che intendi rimuovere,
  • clicca sull’icona dell’ingranaggio che compare in alto a destra
  • e premi sul pulsante Disinstalla,
  • presente in fondo al menu che viene visualizzato sullo schermo.
  • Rispondi OK, per confermare l’operazione, e il gioco è fatto.

 

Rimuovere le estensioni di Avira da Google Chrome

  • clicca sul pulsante ⋮
  • collocato in alto a destra
  • e seleziona le voci Altri strumenti > Estensioni dal menu che compare sullo schermo.
  • Nella scheda che si apre,
  • individua l’estensione di Avira che vuoi rimuovere,
  • clicca sul pulsante Rimuovi relativo a quest’ultima e dai conferma,
  • pigiando sul bottone Rimuovi che viene visualizzato in alto a destra.

 

 

Rimuovere le estensioni di Avira da Mozilla Firefox

  • clicca sul pulsante ☰ collocato in alto a destra
  • e seleziona la voce Componenti aggiuntivi dal menu che compare.
  • Nella scheda che si apre,
  • seleziona la voce Estensioni dalla barra laterale di sinistra,
  • individua l’add-on di Avira che intendi rimuovere
  • e pigia sul pulsante Rimuovi corrispondente a quest’ultimo.

 

Come scaricare ed installare AVG antivirus

Come scaricare ed installare AVG antivirus

scritto da IlMagoDelComputer

In questo tutorial ti mostrerò come scaricare ed installare AVG antivirus nella sua versione gratuita e nelle sue versione a pagamento.

Questo tutorial esaminerà il download ed installazione dell’antivirus AVGsia che tu abbia un computer con sistema operativo Windows, sia che tu abbia un Macintosh di casa Apple, con sistema operativo Mac OS.
Se hai bisogno di maggiori informazioni sul Mac puoi leggere i migliori tutorials sul mondo apple qui www.melatutorials.it

Più in particolare, seguendo questa guida, imparerai non solo a scaricare AVG antivirus, ma anche ad installare tale programma così da rendere più sicuro il tuo computer, evitando il furto di dati personali e di informazioni preziose, che sicuramente sono contenute al suo interno.

Oggi AVG antivirus offre ai suoi utilizzatori tre diverse versioni e sta a te decidere quale, fra quelle proposte, sia la più vicina alle tue personali esigenze.

La versione AVG antivirus gratuita non richiede ovviamente alcun costo né di acquisto, né di utilizzo, ma limita la sua funzione esclusivamente al controllo, sia online che offline, delle attività, che porti avanti con il tuo computer.

La versione di AVG antivirus a pagamento ti consente, invece, anche di poter archiviar ei file in modo sicuro e di proteggere i tuoi dati personali. Il costo è di € 39,95.

Infine la versione AVG antivirus Internet Security, la più completa delle tre, ti offre la possibilità di usufruire del servizio antispam, così da evitare intasamenti della tua posta elettronica, e contiene, incluso nel pacchetto, un firewall, che puoi attivare sempre seguendo le indicazioni di questo tutorial.

Il prezzo di questa versione di AVG antivirus è di € 49,94.

Da evidenziare, per completezza di informazioni, che AVG mette a disposizione un ulteriore programma, AVG TuneUp, il quale completa l’attività di protezione svolta dall’antivirus nei confronti del computer ed anche il questo caso puoi scegliere di testarlo nella versione gratuita di prova o acquistarlo.

Ora a te la scelta del prodotto più vicino alle tue necessità. Ma, a prescindere da quale prenderai, alla fine di questa guida saprai comunque come scaricare ed installare AVG antivirus.

 

Procedura di installazione della versione  GRATIS di AVG

Cominciamo dalla versione Free di AVG antivirus 

Nella pagina che si apre,

  • clicca ora sul pulsante Download gratis due volte consecutive per avviare il download di AVG.

A download completato

  • clicca due volte sul file scaricato avg_free_stb_all_2014_4335.exe per lanciare l’esecuzione del file di installazione

Si aprirà la finestra del file di installazione

  • fai click prima su Si
  • poi su Avanti
  • e poi clicca su  Accetto (per accettare le condizioni di utilizzo del programma).
  • Metti la spunta nel checkbox vicino alla voce Protezione di base
  • concludi l’installazione cliccando su Avanti due volte consecutive
  • poi clicca su Fine per terminare

Al termine del processo d’installazione (la cui durata dipende anche dalla velocità della connessione, visto che vengono scaricati alcuni componenti da Internet) AVG si avvierà e partirà il processo di aggiornamento delle definizioni per il riconoscimento di virus e malware.

 

 

Come funziona AVG TuneUP

AVG offre anche un software aggiuntivo per l’antivirus, che estende le funzioni dell’antivirus AVG.
AVG TuneUP è un programma che si prefigge di migliorare le prestazioni / performance del tuo sistema operativo Windows.

LINK PER ACQUISTARE AVG TuneUp

C’è una versione di prova (TRIAL)

La versione a pagamento costa 25,95 euro.

 

Antivirus AVG per Mac (Apple)

AVG è anche disponibile per Mac, puoi cliccare su questo link per scaricare la versione  dell’antivirus per Mac

 

 

COME AVVIARE LA SCANSIONE DEL PC su AVG

Successivamente, ti consiglio di avviare una scansione completa del computer

  • cliccando sul pulsante con le tre linee orizzontali collocato accanto alla dicitura Esegui scansione
  • selezionando l’opzione Scansione intero computer nella schermata che compare.

 

L’operazione potrebbe durare anche diverse ore, a seconda della capienza dell’hard disk montato sul tuo PC e delle prestazioni generali del sistema.

 

 

 

Download ed Installazione della versione A PAGAMENTO dell’antivirus AVG

(chiamato AVG Internet Security)

Se vuoi scaricare la versione più completa di AVG antivirus e provarla gratuitamente per 30 giorni,

 

A scaricamento ultimato apri, facendo doppio click su di esso, il file appena scaricato (es. avg_isct_stb_all_2014_4335.exe) e,

nella finestra che si apre,

  • fai click prima sul pulsante Si
  • poi su Avanti
  • Accetto(per accettare le condizioni di utilizzo del software).

 

Assicurati dunque che ci sia il segno di spunta accanto alla voce Installazione rapida

– clicca sul pulsante Avanti.

 

Attendi quindi che vengano scaricati sul computer tutti i componenti necessari per l’installazione del programma e

  • clicca su Fine per concludere il setup e

avviare AVG Internet Security, il quale provvederà immediatamente a scaricare le definizioni antivirus più recenti.

 

IL FIREWALL di AVG

Tra le funzioni extra di AVG Internet Securityrispetto ad AVG Free c’è il firewall, che però non è attivo di default.

 

Per renderlo disponibile,

  • devi accedere alla schermata principale dell’antivirus
  • clicca prima sull’icona del Firewall
  • poi sui pulsanti Installa ora
  • poi clicca sul tasto Si.

 

Nella finestra che si apre,

  • clicca  sul pulsante Modifica (posizionato accanto alla dicitura Aggiungi/rimuovi funzioni )
  • clicca su Avanti.

 

Assicurati che ci sia il segno di spunta accanto alla voce Firewall

  • concludi il setup cliccando  su Avanti per due volte di seguito
  • poi su Riavvia ora(il PC verrà riavviato).

 

  • Rimuovi la spunta dalle opzioni relative ad AVG Nation toolbarper evitare l’installazione di toolbar aggiuntive per il browser.

 

 

 

COME CONFIGURARE IL FIREWALL DI AVG

Al termine dell’installazione, puoi configurare il firewall di AVG

  • cliccando prima sulla sua icona presente nella schermata principale del software e
  • poi sul pulsante Impostazioni.

 

Come usare antivirus Malwarebytes Anti Malware

Come usare l’antivirus Malwarebytes Anti-Malware

scritto da IlMagoDelComputer

In questo tutorial vedremo come usare antivirus Malwarebytes Anti-Malware, che è un programma anti-malware che sa come trovare malware nel computer, sia che tu abbia un computer con sistema operativo Windows, sia che tua abbia un computer Mac con sistema operativo Mac OS (di casa Apple).

Innanzitutto, se non sai bene cosa sia un malware, posso spiegartelo velocemente. Si tratta di software creato appositamente per entrare all’interno del tuo computer e crearti dei danni (da qui il suo nome malware, ossia malicious software), quali la perdita di dati, se non addirittura la loro sottrazione fraudolenta. Generalmente la porta di ingresso è la rete, ma potresti ritrovarti un malware anche utilizzando una chiavetta o un altro dispositivo, precedentemente aggredito dal software e in pochi minuti il lavoro di mesi, se non di anni, potrebbe andare perso.

Ecco perché è così importante, oggi, sapere sia come scaricare Malwarebytes Anti-Malware dalla rete, sia anche come installare Malwarebytes Anti-Malware in modo tale da poter proteggere il tuo computer e, quindi, tutti i dati in esso contenuti al meglio.

Tra tutti i programmi a disposizione, abbiamo scelto Malwarebytes Anti-Malware prima cosa perché questo è, al momento, quello più sicuro (alcuni parlano di una protezione e rimozione dei malware pari al 100%) e poi perché, come per molti altri, ti offre la possibilità di scegliere tra due versioni.

C’è la versione gratis (Malwarebytes Anti-Malware Free), che non richiede alcun costo di attivazione e di utilizzo, ma che presenta come limite quello di dover essere aggiornata e lanciata ogni volta manualmente.

La versione a pagamento (Malwarebytes Anti-Malware PRO), invece, fa tutto automaticamente, per cui non devi stare a preoccuparti né di fare la scansione, né di cercare gli aggiornamenti in rete, perché il sistema fa tutto da sé.

Se seguirai questa guida, quindi, potrai proteggere al meglio il tuo computer, una volta che saprai come usare antivirus Malwarebytes Anti-Malware.

Come usare l’antivirus Avira gratis

Come usare l’antivirus Avira gratis

scritto da IlMagoDelComputer

In questo tutorial vedremo come usare l’antivirus Avira gratis, sia che tu abbia un computer con sistema operativo Windows, sia che tu abbia un computer Macintosh di casa Apple, con sistema operativo Mac OS.

Tra tutti gli antivirus, Avira è senza dubbio uno dei più noti ed offre ai propri utilizzatori diversi vantaggi.
Innanzitutto è gratis, quindi non richiede alcun costo né di installazione, né di accesso e di utilizzo (aspetto di sicuro da non sottovalutare visti i tempi); inoltre, puoi decidere di impiegarlo sia nella sua versione standard (che offre una scansione completa del sistema) che in quella rapida, nel caso in cui tu abbia poco tempo a disposizione, e anche questo è un vantaggio da non prendere sotto gamba.

Spesso, infatti, ti capita di andare di corsa, sei tutto preso dall’accedere ad un programma o un file e potresti fare l’errore di non usare un antivirus e di pagarne poi lo scotto: furti di identità e di dati sono sempre in agguato ai giorni nostri. I furbetti della rete non aspettano altro che questo: una leggerezza o una dimenticanza e il gioco è fatto.

Considerando che, ormai, in genere usiamo il computer per qualsiasi tipo di operazione (dal pagamento di bollettini e di bonifici alla prenotazione di prestazioni mediche, dall’acquisto con carta di credito di prodotti o servizi alla richiesta di documenti) se non ci proteggiamo al meglio, rischiamo di avere poi delle brutte sorprese.

Avira ti aiuta proprio in questo: ridurre al minimo l’attacco di virus e il furto di dati dal tuo computer.

Questa breve guida ti spiegherà, pertanto, proprio come scaricare Avira gratis e come installare questo programma.
Seguendo passo passo le indicazioni presenti non avrai alcuna difficoltà e, alla fine della lettura, saprai perfettamente come usare l’antivirus Avira gratis al meglio delle sue potenzialità.

 

Come bloccare un programma nel firewall Windows 10

Come bloccare un programma nel firewall di Windows 10 (Windows Defender)

scritto da IlMagoDelComputer

In questo tutorial andrò, oggi, a spiegarti come bloccare un programma nel firewall Windows 10, così da non trovarti costretto ad dover affrontare brutte sorprese in seguito, perché qualcuno ha avuto accesso al tuo computer ed è entrato in rete causandoti dei danni.

Hai da poco acquistato il sistema operativo Windows 10, lo hai installato sul tuo dispositivo e, solo dopo, ti sei reso conto che, non essendo l’unico utilizzatore del tuo computer, potresti trovarti nei guai, dal momento che qualcun altro potrebbe usare in rete programmi non appropriati?

Ebbene allora sei capitato nel posto giusto. Infatti in questa guida ti spiegherò in maniera dettagliata e guidandoti nelle procedure, passo dopo passo, non solo come bloccare un programma nel firewall Windows 10, ma anche come poter procedere sia per apprendere come bloccare le connessioni in entrata; sia anche per imparare come bloccare le connessioni in uscita.

In tal modo, una volta che sarai pratico della situazione, potrai scegliere in maniera del tutto autonoma ed indipendente, quali programmi utilizzare in modalità on line, a quali software consentire l’accesso alla rete e quali, invece, inibire totalmente.

Per far questo ti indicherò delle applicazioni che possono risultarti utili nell’attivare il blocco e ti guiderò, ovviamente, nella loro installazione.

Agendo in questo modo potrai lasciare il tuo computer anche in mano di altre persone senza correre rischi o stare con l’ansia che qualcuno possa combinare dei danni.

Prima di procedere oltre voglio farti ancora una piccola precisazione: le procedure di blocco, che troverai nella parte operativa della mia guida, sono tutte procedure assolutamente reversibili. Ci tengo a dirtelo sin da ora, perché tu possa essere tranquillo rispetto al fatto che, se un giorno tu volessi riattivare qualche programma, non avresti nessun problema a farlo. Dovrai solo seguire qualche semplice passaggio, che troverai sempre indicato nel tutorial, e tutto tornerà esattamente come era allo stato originario.

Dunque ti ho convinto? Sei pronto, quindi, ad iniziare? Sei curioso di sapere come bloccare un programma nel firewall Windows 10, ma anche come bloccare le connessioni in entratae, infine, come bloccare le connessioni in uscita?

Allora davvero non devi fare altro che prendere posto sulla tua poltrona preferita, metterti comodo di fronte allo schermo del tuo computer e proseguire, poi, con la lettura della seconda parte del tutorial. Vedrai che non ci vorrà tanto tempo e che non si tratta di operazioni difficili da eseguire. Basterà soltanto un po’ di pazienza e di attenzione alle mie indicazioni e anche tu imparerai velocemente come bloccare un programma nel firewall Windows 10.

Buona lettura.

Che cosa è l’attacco Spoofing

Che cosa è l’attacco Spoofing

scritto da IlMagoDelComputer

In questo articolo vedremo che cosa è l’attacco spoofing e quali contromisure prendere per difendersi.
In questo tutorial ti mostrerò in cosa consiste un attacco spoofing e quali sono le contromisure per combatterlo.
Forse avrai già sentito parlare di questo particolare attacco, che in realtà è molto semplice da capire nel suo contentuto.

Lo spoofing è un tipo di attacco informatico usato per falsificare l’identità (spoof) di un utente o di un dispositivo, in modo che l’hacker possa, ad esempio, intercettare informazioni riservate, diffondere informazioni false, causare disservizi.

Lo spoofing può risultare particolarmente pericoloso se associato a tecniche di social engineering: in tal caso l’hacker può ottenere l’accesso a dati sensibili e alle credenziali dell’host.

Inoltre i social media scammers o i phishers possono convincere un utente a connettersi ad un determinato server rubando i suoi dati.

 

Contromisure da prendere contro l’attacco spoofing

Ci sono diverse tecniche per proteggere una rete di computer aziendale da accessi indesiderati.

AUTENTICAZIONE
Un primo consiglio è sicuramente utilizzare lo standard IEEE 802.1x per l’autenticazione 

o l’utilizzo di NAC (Network Access Control) che prevede oltre all’autenticazione gestita ad alto livello, una serie di controlli sul dispositivo, come la presenza di software incompatibile con l’architettura di rete. 

 

PREVENIRE LO SPOOFING AD ALTO LIVELLO (PERSONE)

Tuttavia la vulnerabilità più grande a cui una rete rimane esposta è l’utente. Molti attacchi infatti, a reti che non hanno particolari bug tecnologici da sfruttare, avvengono puntando sul fattore umano,

sulle vulnerabilità comportamentali di una persona.


Lo spoofing ad alto livello sfrutta spesso tecniche di ingegneria sociale e può essere utilizzato sia per colpire l’utente finale rubando 

credenziali di social o di conti correnti, sia per utilizzare l’utente finale per entrare in reti a cui normalmente non si sarebbe autorizzati ad accedere. 

Oltre all’adozione di tecniche come SPF, filtri sui contenuti 

o Greylisting la consapevolezza dell’utente finale è una fondamentale contromisura a questo tipo attacco. 

 

QUALI SONO LE CONTROMISURE CHE PUOI PRENDERE CONTRO LO SPOOFING IN RIASSUNTO:

  • adotta lo standard IEEE 802.1x per identificarti
  • usa il NAC (Network Access Control) che prevede l’autenticazione e dei controlli continui sul dispositivo, come, per esempio, se c’è un software incompatibile.
  • sii consapevole: la maggior parte dello spoofing avviene giocando sul fattore umano e sulla vulnerabilità della persona.
  • adotta tecniche come SPF, Greylisting e filtra i contenuti.

 

QUALI SONO LE DIVERSE TIPOLOGIE DI SPOOFING:

Si ha spoofing ogni volta che all’interno della rete un attaccante finge sulla sua identità, sia che si tratti di hostname, di indirizzo ethernet o  di server pirata.

Gli attacchi spoofing possono però essere di tipo diverso e corrispondere a livelli diversi della suite di protocolli di rete TCP/IP.

Qui di seguito ti indicherò le tipologie:

 

 

SPOOFING A LIVELLO 1 – Network Access Layer

Il Network Access Layer è il livello più basso del protocollo di rete TCP/IP e incapsula i livelli fisico a data link (1 e 2) del modello ISO/OSI.

1-MAC SPOOFING

Con questa tecnica  l’hacker falsifica il MAC (Media  Access Control) quindi l’indirizzo Ethernet di un dispositivo.

Un hacker può utilizzare un indirizzo MAC non suo, per esempio, per  mandare continuamente pacchetti in rete così da saturare il forwarding database dello switch causandone malfunzionamenti e forzando il successivo broadcast in tutta la rete (MAC Flooding) oppure per appropriarsi della porta dello switch dedicata all’host vittima (Port Stealing)

 

 

2-ARP SPOOFING

L’ARP (Address Resolution Protocol) è il meccanismo che associa gli indirizzi MAC agli indirizzi IP di un determinato host.

Con questa tecnica spoofing l’hacker invia messaggi ARP su una rete locale per associare il proprio MAC all’IP di un diverso host, ad esempio, il gateway predefinito. In tal modo intercetterà tutto il traffico destinato a tale host.

ArpON “ARP handler inspection” è un software portatile utilissimo per contrastare questo tipo di attacco, che migliora sensibilmente la sicurezza dell’ARP contro attacchi Man in The Middle (MITM) 

attraverso tecniche ARP Spoofing, ARP Cache Poisoning, ARP Poison Routing (APR). 

 

 

SPOOFING A LIVELLO 2 – INTERNET LAYER

L’Internet Layer è il secondo livello del protocollo di rete TCP/IP  e coincide con il livello di rete (3) della pila ISO/SI.

1-IP SPOOFING

Con questa tecnica l’hacker crea un pacchetto IP nel quale viene falsificato l’indirizzo IP del mittente. Purtroppo questo non è un attacco difficile da effettuare perchè il protocollo non implementa alcun sistema di sicurezza per quanto riguarda la protezione dell’indirizzo IP.

Ci sarà però, in questo caso, un router asimmetrico, in quanto al vero IP verrà inviato un pacchetto di risposta.

Ci possono però essere alcuni sistemi di sicurezza attivati dagli ISP per evitare l’IP spoofing: ad esempio questi impediscono che da una interfaccia di un determinato router o firewall siano inviati pacchetti il cui IP sorgente è diverso da quello che ci si immagina.  

Oppure, un altro sistema di sicurezza è legato alla tecnica uRFF, acronimo di unicast Reverse Path Forwarding che prevede l’utilizzo delle tabelle di routing: 

nel caso in cui l’interfaccia di origine di un pacchetto non è uguale a quella che verrebbe scelta dal router per l’inoltro del pacchetto di risposta allora, il pacchetto è automaticamente scartato. 

 

SPOOFING A LIVELLO 3 – TRANSPORT LAYER 

Il Transport Layer è il terzo livello del protocollo di rete TCP/IP  e coincide con il livello di trasporto (4) della pila ISO/SI.

Questo livello dello stack TCP/IP coincide con il livello di trasporto (4) nella pila ISO/OSI. 

Si parla di attacco di IP-spoofing portato verso uno di questi due protocolli, perché non è rilevante in fase di autenticazione.

1-SPOOFING UDP

Questo è un tipo di spoofing simile all’IP Spoofing. Viene falsificata un datagram UDP (che è un protocollo connectionless) attraverso una modifica delle informazioni e una falsificazione dell’header. 

SPOOFING A LIVELLO 4 – APPLICATION LAYER

L’Application Layer è il livello 4 del protocollo di rete TCP/IP  e indica quelle tecniche di spoofing che mirano a colpire i protocolli di livello di sessione (5), presentazione (6) o applicazione (7) della pila ISO/OSI o le applicazioni,

Posso farti diversi esempi. Quando un hacker falsifica l’indirizzo del mittente in una email al fine di inviare email spam, malware o per attuare phishig, ci troviamo di fronte ad un EMAIL SPOOFING.

Se invece l’hacker falsifica un server web in modo da far sembrare di essere connesso ad un dato server mentre invece è connesso ad un server malevolo, ci troviamo di fronte ad uno WEB SPOOFING.

Il web spoofing funziona in questo modo: 

-un hacker falsifica l’associazione tra un indirizzo web e l’indirizzo IP attraverso un attacco di dns poisoning.
Il server malevolo verso il quale l’hacker reindirizza il client è chiamato shadow server (server ombra)

come attivare Windows Defender su Windows 10

Come attivare Windows Defender su Windows 10

scritto da IlMagoDelComputer

In questo tutorial andrò a spiegarti come attivare Windows Defender sul tuo computer, sia questo un dispositivo fisso o anche un portatile, all’interno del quale come sistema operativo è presente Windows 10.

Hai deciso di usare come sistema operativo Windows e vuoi avvalerti di Windows Defender come antivirus?
Hai deciso di provare Windows Defender quale antivirus a protezione del tuo dispositivo, ma non sai come installare Windows Defender e, soprattutto, come attivare Windows Defender ?
Hai già chiesto consiglio agli amici, ma nessuno di loro ha saputo darti indicazioni e non sai dove sbattere la testa?
Ebbene questa è esattamente la guida che stavi cercando, ossia quella che fa proprio al caso tuo, perché al suo interno troverai ogni risposta ai tuoi dubbi ed alle tue perplessità.
Infatti, se avrai la pazienza di leggere tutto, fino all’ultima parola, imparerai perfettamente come attivare sul computer Windows Defender e potrai, pertanto, decidere di usare questo sistema a protezione del tuo computer.

Per onestà devo in ogni caso dirti che tale antivirus non è completamente sicuro o, almeno, non offre gli stessi standard di sicurezza di tutti gli antivirus classici.
Ovviamente quella che ti sto riportando non è una mia opinione personale, né tanto meno un giudizio, ma è stata la stessa Microsoft ad ammettere che Windows Defender è un antivirus un po’ blando, con una efficacia operativa abbastanza limitata e, di conseguenza, in grado di creare qualche problema al tuo computer.

 

Antivirus alternativi a Windows Defender

In ogni caso ti suggerirò anche degli antivirus alternativi a Windows Defender in altre guide sugli antivirus e malware, sempre su questo sito.

Detto ciò, dal momento che sei tu a decidere come meglio credi, ti darò qui comunque le varie indicazioni da seguire per apprendere come installare Windows Defender, per poi attivarlo sul pc.

In linea di massima Windows Defender è presente di default nel pacchetto Windows, ma potrebbe capitarti di disattivarlo inconsapevolmente o anche di non riuscire a riattivarlo dopo che hai rimosso altre tipologie di antivirus, per cui eccomi qua a fornirti tutte le indicazioni, di cui potresti aver bisogno.

Si tratta di un’operazione molto semplice e ti basteranno pochi minuti per apprenderla.

Come attivare Windows Defender sulle varie versioni di Windows

Inoltre, sempre nella guida, troverai indicazioni sul come attivare Windows Defender sia sei usi come sistema operativo Windows 10, sia anche se usi versioni precedenti a questa, come Windows 8.x o Windows 7.

Allora si pronto per metterti alla prova? Non sei curioso di vedere quanto tempo ci metterai per imparare ad attivare Windows Defender?

Dunque non perdere ancora altro tempo e passa alla lettura della parte operativa del tutorial. Vedrai che non te ne pentirai, ma soprattutto vedrai che si tratta di un’operazione molto più semplice di quanto credi in questo momento.

 

Come verificare se Windows Defender è attivo su Windows 10

In questo paragrafo ti spiegherò la facile procedura per verificare se Windows Defender è attivo sul tuo Windows 10.
La procedura di verifica dello stato di attivazione di Windows Defender parte dal pannello Impostazioni di Windows.
Per sapere se l’antivirus Windows Defender sia attivo oppure disattivato segui la seguente procedura:

  • clicca sul pulsante Start di Windows, posizionato all’angolo in basso a sinistra sullo schermo
  • clicca sull’icona  Impostazioni (a forma di ingranaggio) posizionata sul lato sinistro del menu di Windows
  • Si aprirà la finestra Impostazioni

{IMM – FINESTRA IMPOSTAZIONI}

  • clicca sulla voce Aggiornamento e sicurezza
  • poi sul menu laterale sinistro, individua l’opzione Windows Defender

{IMM – IMPOSTAZIONI > AGGIORNAMENTO E SICUREZZA}

  • Sul lato destro dello schermo hai ora diversi interruttori
  • controlla lo stato dell’interruttore chiamato Protezione in tempo reale
  • Se è impostato su Attivo, l’antivirus Windows Defender è attivo e in esecuzione
  • altrimenti è stato disattivato da te volontariamente o involontariamente