Formati di File system per formattare gli hard disk



Formati di FILE SYSTEM per formattare gli hard disk

 

FILE SYSTEM NTFS

rispetto al formato FAT e FAT32 ha alcune differenze importanti tra cui:

  • Possibilità di leggere e scrivere file superiori ai 4 GB.
  • Creare partizioni più grandi di 32 GB.
  • Comprimere i file e risparmiare spazio su disco.
  • Migliore gestione dello spazio e meno frammentazione.
  • Aggiungere le autorizzazioni e protezioni su singoli file e cartelle.
  • Su Mac si possono solo leggere le unità NTFS ma non scriverci sopra
  • Solo Xbox One legge penne USB NTFS che non funzionano su Xbox 360 e PlayStation.

TUTORIAL CORRELATO PER MAC:
Come formattare un hard disk esterno su Mac
Come formattare un hard disk su Mac con Utility Disco

 

 



FAT e FAT32 invece hanno caratteristiche diverse come:

  • Non si può scrivere un file superiore ai 4 GB
  • Son compatibili con tutti i sistemi operativi, MAC e Linux compresi.
  • Effettuano meno operazioni di scrittura su disco e utilizzano la memoria più velocemente prolungando la vita delle penne USB.

FAT32 e FAT sono i formati adatti per formattare tutte le penne USB e le schede di memoria.

Dico tutte perchè non credo siano cosi diffuse penne USB di dimensione superiore ai 32 GB.

Quando si formatta in FAT32 o FAT però ci si deve ricordare che non è possibile copiarvi all’interno file di dimensione maggiore di 2 o 4 GB, anche se lo spazio ci fosse.

Se vi è mai capitato di copiare il gioco di un amico su penna USB avrete sperimentato che quel gioco, se più grande di 4 GB, non entra nella penna USB neanche spingendolo a forza.



FAT è da preferire per penne USB e schedine di spazio inferiore ai 2 GB, altrimenti meglio usare FAT32.

Tutti gli hard disk, sia interni che esterni, invece vanno formattati in NTFS.

 

 

ExFat è un formato che si usa solo raramente, adatto soltanto se si possiede una costosissima penna USB che ha spazio superiore ai 32 GB.



exFAT unisce i vantaggi essenziali della FAT (velocità) e del NTFS (file di grandi dimensioni supportati).

Importante è tenere presente che FAT e FAT32 sono file system supportati da qualsiasi sistema operativo, quindi, se la penna USB viene collegata ad un pc Linux o a un MAC, funziona.

NTFS invece è supportato da Linux, ma richiede un programma esterno per funzionare su Mac.

exFAT è supportato nei MAC con Snow Leopard ma sono richiesti driver per Linux.

Tornando alle opzioni della formattazione di una penna USB su Windows, vediamo l’altra opzione misteriosa, quella relativa alle dimensioni unità di allocazione.



Molto sinteticamente, diciamo che, gli hard disk o le unità di memoria sono organizzati in cluster, ossia dei gruppi di cui si può scegliere la grandezza.

Se un cluster viene riempito, anche solo parzialmente, quello spazio sarà visto occupato anche se, teoricamente, ci sarebbe ancora spazio.

Quindi, un cluster di grandi dimensioni può portare a più spazio sprecato o allentato.

Con cluster più piccoli, invece, il disco diventa più lento in quanto ogni file è suddiviso in parti più piccole e ci vuole molto più tempo per rimetterlo insieme.

La dimensione unità di allocazione ottimale dipende da cosa si vuole fare con la penna o chavetta USB.



Se si intendono memorizzare file di grandi dimensioni su tale unità, conviene formattare con cluster grandi cosi l’unità sarà più veloce.

Se invece la penna USB viene usata per file piccoli, usare cluster piccoli porta più spazio utilizzabile.

In linea generale, più la penna USB è grande, più conviene impostare unità di allocazione grandi.

Ad esempio, per una penna USB da 500 MB, selezionare 512 byte (FAT32) o 32 kilobyte (FAT).

Su un hard disk esterno da 1 TB hard drive selezionare 64 kilobyte (NTFS).



L’etichetta di volume è semplicemente il nome del drive ed è opzionale.

Quello che bisogna sapere è che se si formatta in NTFS, il nome può essere lungo 32 caratteri mentre se si formatta in FAT, solo 11.

 

Come formattare velocemente un disco

Per finire, vediamo l’opzione di formattazione veloce.

Durante una normale formattazione, i file vengono rimossi dal disco e il disco viene sottoposto a scansione per verificare i settori danneggiati.



Durante la formattazione veloce i file vengono rimossi e non viene fatta alcuna scansione.

Se la penna USB è nuova, si può sempre usare la formattazione veloce ma con drive più vecchi e usati, conviene sempre fare la formattazione standard cosi da prevenire possibili perdite.

 

Nel caso la formattazione di Windows fallisse,

il programma migliore per formattare penne USB e cercare di ripristinarle anche se risultano danneggiate o se ci fossero errori è HP USB Format Tool.